Questo sito utilizza cookie per miglioare l'esperienza di navigazione

Musicoterapia per i malati di Parkinson

La  Musicoterapia opera utilizzando tecniche comunicative non verbali al fine di aiutare il paziente a esprimere, contenere e modificare emozioni, cognizioni e atteggiamenti disfunzionali, conseguenti a problematiche psichiche e neurologiche.

I sintomi della malattia di Parkinson sono legati alla perdita del controllo qualitativo del movimento, che è condizionato dall'elaborazione degli stimoli sensoriali, dalla memoria e dalle emozioni.

L’attività proposta, “Stimolazione Ritmica Uditiva”, si basa sul concetto che il movimento, se stimolato dalla musica, migliora qualitativamente. L’interiorizzazione del “ritmo” permette infine di di svolgere gli stessi movimenti senza l’utilizzo reale della musica. Da non sottovalutare… il piacere e il divertimento.
 
“La musica è il più potente farmaco non chimico”  Oliver Sacks

Attività
•    Rilassamento: si struttura attraverso esercizi di respirazione associati all’utilizzo della vocalità. L’apprendimento del training permette di poter svolgere gli esercizi autonomamente, in particolar modo per ridurre l’ansia, l’insonnia e migliorare il tono vocale.
•    Movimento: si utilizzano musiche registrate, proposte a diverse velocità ritmiche, per focalizzare e mantenere l’attenzione sulla postura in posizione eretta e sulla qualità del movimento durante il cammino.
 
Musicoterapeuta
Maurizio Scarpa
 
Approfondimenti